Tendenze

Il Mobile Commerce nel 2022: tendenze e utilizzo

By Gloria Ferrante on 18 luglio 2022/ Tempo di lettura : 3 minutes

Il commercio mobile, o m-commerce, designa tutte le transazioni commerciali effettuate da dispositivi mobili (smartphone e tablet). Si tratta di una sottocategoria del commercio elettronico, che generalmente riguarda le applicazioni o le versioni mobili dei siti web degli esercenti.

La maggior parte dei consumatori è ormai abituata ad acquistare beni e servizi dal proprio smartphone, l’importanza di offrire un’esperienza d’acquisto ottimale è quindi indiscutibile. Abbiamo condotto un’indagine su oltre 19.000 e-merchant in Europa per analizzare l’evoluzione del commercio mobile e le tendenze in atto nel 2022.

Scopri i risultati sotto forma di infografica alla fine di questo articolo!

 

Il cellulare, ormai parte integrante delle abitudini d’acquisto

L’uso del cellulare per gli acquisti è andato stabilizzandosi negli ultimi anni: dal 2020, quasi un acquisto online su due sarà effettuato tramite questo supporto. Come già evidenziato nel nostro studio sulle tendenze dello shopping online nel 2020, il lockdown non ha avuto un impatto negativo sul commercio mobile. Al contrario, gli acquirenti hanno continuato a utilizzarlo anche da casa!

Inoltre, se prima il cellulare era riservato a spese modeste, ora viene regolarmente utilizzato per spese superiori a 75 euro. Questo dimostra che i consumatori si fidano dei siti web quanto basta per effettuare un acquisto direttamente dal proprio smartphone o tablet.

 

Il cellulare è il dispositivo preferito per certi tipi di acquisti

In alcuni settori, la percentuale delle vendite online da mobile supera quella delle vendite da computer: è quanto accade nel settore della cosmetica (69% delle transazioni da cellulare) e dell’abbigliamento (57%). In genere, si tratta di acquisti poco costosi che possono essere effettuati facilmente anche in viaggio.

Vale anche la pena notare che gli europei privilegiano il cellulare per acquistare dalle marche DNVB (Digital Native Vertical Brands). Questi marchi orientati al digitale offrono generalmente un’esperienza di acquisto fluida e piacevole, che si presta particolarmente bene a questo tipo di supporto.

Infine, il nostro studio dimostra che il cellulare è utilizzato soprattutto per gli acquisti nel fine settimana, mentre il computer per gli acquisti nei giorni feriali.

 

Il mobile, una leva di crescita per gli e-merchant

Ogni e-merchant deve avere un sito web responsive, ossia adatto a qualsiasi dispositivo (computer, cellulari e tablet). La velocità di caricamento, la facilità di navigazione e la semplificazione del processo di acquisto sono elementi determinanti per contrastare l’abbandono del carrello.

Un sito web ottimizzato per dispositivi mobili non solo ti aiuterà ad avere un miglior referenziamento sui motori di ricerca, ma anche ad aumentare il tuo fatturato! Il carrello medio da mobile è in costante aumento: raggiungerà 94 euro nel 2022, contro 77 euro nel 2020.

È anche il dispositivo più utilizzato nei periodi di picco, in particolare in occasione dei saldi invernali (49% delle transazioni online) e in estate (50%). 

Infine, è possibile realizzare vendite aggiuntive da mobile grazie al Pay-by-Link: se un cliente ti contatta per ottenere informazioni su un prodotto e vuole concludere l’ordine, puoi inviargli un link di pagamento via SMS affinché possa pagare l’acquisto senza dover passare dal tuo sito web. Nel 2022, il 20% degli e-merchant ha realizzato vendite aggiuntive utilizzando questa funzionalità!

 

Trova l’infografica qui sotto. 

Per scaricarla nel formato PDF, clicca qui

Mobile commerce

Post tagged: Tendenze

0 comment