xYou are currently visiting Payplug website in italian.Go to english version

Infografica: 10 tendenze e-commerce nel 2023

Avatar
Pubblicato il 22 Febbraio 2023 da Annalisa Dondi
Momento della lettura: 5 minuti

Nonostante un contesto economico difficile e incerto, il commercio elettronico italiano continua a evolversi rapidamente e non sembra intenzionato a rallentare. Nel terzo trimestre del 2022, ha registrato un tasso di crescita di quasi il 17% rispetto al terzo trimestre del 2021, vale a dire circa 6 miliardi di euro in più rispetto all'anno precedente nello stesso periodo. 

Nel 2022, gli e-tailer hanno dovuto affrontare una forte concorrenza, in seguito all'epidemia di Covid-19 che ha moltiplicato gli outlet online. Nel 2023, più che mai, il successo degli e-retailer risiederà nella loro capacità di differenziarsi, sia in termini di esperienza d'acquisto che di e-trend. 

Per sostenere le vostre performance nel 2023, abbiamo decifrato 10 tendenze, tanto accessibili quanto promettenti. Cliccate qui sotto per scaricarlo, oppure trovatelo alla fine di questo articolo!

10 tendenze e-commerce 2023

1. La realtà aumentata

Sebbene venga utilizzata principalmente nel settore dei servizi pubblici, in quello immobiliare e automobilistico, la realtà aumentata si sta ormai facendo strada anche nel settore del retail: mercato per il quale si prevede una crescita di 9,24 miliardi di dollari entro il 20261. La realtà aumentata permette agli e-buyer di provare i prodotti da casa prima di ordinarli, ecco come offrire un’esperienza di acquisto innovativa riducendo al contempo il tasso di reso!

Cifra: Il 65% degli italiani intende utilizzare la realtà virtuale per i propri acquisti2

1ReportLinker, 2022 
2Capterra, 2020

2. L’ascesa del social listening

Il social listening consiste nel seguire le conversazioni sui social network, sui blog e sui forum per monitorare la propria e-reputation, posizionarsi rispetto alla concorrenza e scoprire nuove tendenze. È anche una fonte di dati utente che diventerà presto indispensabile, vista la fine dei cookie di terze parti su Chrome prevista per il 2024.

Cifra: Il 51% dei Marketing Manager di tutto il mondo utilizza strumenti di Social Listening3.

3. Il Connect to Consumer

L’aumento dei costi di acquisizione spinge i brand a emanciparsi dalle regole pubblicitarie, per andare incontro ai clienti e offrire loro esperienze interattive, in particolare grazie ad eventi di live shopping. Il 2023 segna l’avvento del C2C, l’evoluzione naturale del D2C, che è incentrato sulla dimensione umana e l’autenticità nella relazione brand-consumatore.

Cifra: +30% aumento del tasso di conversione stimato con il live commerce4

4McKinsey, 2021

4. La moda dei pagamento digitali

Nel 2023, gli esercenti italiani continueranno a ridurre i pagamenti in contante a favore di quelli digitali. Metodi di pagamento alternativi come Apple Pay e Google Pay stanno diventando sempre più popolari, tanto quanto i wallet virtuali e le soluzioni che convertono il contante in moneta elettronica, come l’eCash.  

Cifra: Il 62% degli italiani non considera più i pagamenti in contante preferibili a quelli digitali, contro il 50% nel 20195.

5. Il Dynamic Pricing come baluardo contro l’inflazione

In un contesto di instabilità economica, gli e-merchant devono costantemente adeguare i prezzi per preservare il loro margine di profitto e non farsi scavalcare dalla concorrenza. Nel 2023, soluzioni come Lengow offriranno loro la possibilità di adattarsi ai prezzi della concorrenza, alle promozioni attive o all’evoluzione della domanda e dell’offerta.

6. L’headless commerce

Dissociando il front-end e il back-end dei siti web, l’architettura headless consente agli esercenti di essere più flessibili e svelti nella gestione del loro business. Si stima che l’headless commerce possa aumentare il tasso di conversione dei siti e-commerce dell’8%6.

Cifra: Il 13% delle imprese italiane ha già scelto una soluzione headless6.

7. L’espansione dell’e-commerce B2B

Nel 2022 il valore dell’e-commerce B2B in Italia ha raggiunto i 453 miliardi di dollari, con un incremento del 12% rispetto al 2020. Mentre 7 aziende su 10 prevedono di investire nell’e-commerce B2B, solo il 17% colloca una quota significativa del proprio fatturato7. Un’opportunità da non perdere per gli esercenti che vendono prodotti o servizi ai professionisti!

Cifra: Il 70% delle imprese italiane prevede di investire nell’e-commerce B2B7.

8. L’omnichannel al centro dell’attenzione

Il 98% dei consumatori italiani che ha vissuto un’esperienza omnicanale ne è soddisfatto, ma solo il 6% delle imprese ha implementato questo tipo di strategia nel 20228. La consapevolezza da parte degli esercenti cresce pian piano, entro il 2023 saranno in grado di sfruttare tutti i canali di distribuzione per aumentare la loro notorietà e le vendite.

Cifra: Il 98% dei consumatori italiani che ha vissuto un’esperienza omnicanale ne è soddisfatto8.

9. Il marketing di influenza impegnato e sostenibile

Di fronte all’emergenza climatica e alla volontà degli acquirenti di consumare meglio, il marketing di influenza sta vivendo profonde mutazioni. Gli influencer ecoresponsabili o “greenfluencer” sono sempre più numerosi e offrono la possibilità ai brand ecoresponsabili di comunicare sul loro impegno per l’ambiente, lavorando in modo più mirato sui loro prospect.

Cifra: +55% aumento delle menzioni relative alla moda sostenibile, registrato presso gli influencer tra il 2018 e il 20199.

9Traackr, 2020

10. La fine dei resi gratuiti

A causa dell’inflazione e dell’aumento del numero di resi, alcuni esercenti hanno deciso di non offrirli più per ridurre i loro costi. In compenso, l’80% degli e-consumer afferma che smetterà di ordinare online qualora fosse necessario prendere a carico tutti i costi10, gli esercenti dovranno quindi adottare soluzioni innovative per evitare di perdere i propri clienti. Tra le soluzioni possibili: tassa per la restituzione degli articoli, reso presso i punti di ritiro o a domicilio.

Cifra: Il 16,6% dei prodotti acquistati in tutto il mondo è stato reso nel 2021, contro il 10,6% nel 202011.

10SendCloud, 2022

Condividi questo post
TwitterFacebookLinkedInCopy Link

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questi articoli potrebbero interessarti