Tendenze

Omnicanalità e retail: l’importanza di avere un’azienda digitalizzata

By Giuseppe Celentano on 25 agosto 2021/ Tempo di lettura : 5 minutes

Negli ultimi anni il modo di acquistare delle persone è profondamente cambiato.

Il motivo è la trasformazione digitale, e soprattutto l’enorme diffusione dell’e-commerce , che ha portato un numero crescente di utenti a fare acquisti online, preferendo il web ai classici punti vendita per la comodità, la libertà e l’ampia scelta a disposizione.

Così, sempre più imprenditori si sono dovuti attrezzare per assecondare i gusti del pubblico ed offrire loro un’esperienza di acquisto che mettesse in collegamento punto vendita reale e digitale.

Non a caso, secondo il report Osservatorio Innovazione Digitale nel Retail del Politecnico di Milano, il 79% dei retailer nazionali ha affiancato, all’infrastruttura commerciale tradizionale, uno o più canali di vendita web.

In questo modo hanno introdotto l'omnicanalità nelle loro aziende, rielaborando la propria immagine ed i propri prodotti per connettersi più efficacemente al target di riferimento, riuscirne a soddisfare i bisogni ed adattarsi alle nuove tendenze del mercato. 

MagicStore, Software Gestionale Cloud, ti spiega tutto quello che devi sapere sulla rivoluzione omnichannel nel retail!

omnicanalità

 

Cos’è l’omnicanalità?

Con strategia omnicanale si intende una strategia di marketing che consente agli utenti di realizzare il proprio processo d’acquisto tramite diversi canali di vendita (fisici e digitali) collegati tra loro, in modo da offrire un’esperienza integrata, simultanea e dinamica.

Tali canali, impiegati in maniera strategica ed organizzata, valorizzano sia i vantaggi fisici ed interpersonali del negozio che quelli legati all’utilizzo delle tecnologie più innovative per coinvolgere maggiormente il consumatore, fargli vivere un customer journey a misura delle sue esigenze, essere più motivato e, quindi, pronto all’acquisto.

Tutto questo avviene attraverso:

  • una concezione ed una gestione dei canali di distribuzione unitaria, interattiva ed interdipendente, in modo che tutto funzioni in simbiosi e ci sia un totale allineamento tra immagine aziendale, lavoro dei dipendenti e servizio offerto ai clienti;
  • un approccio data-driven e dinamico al consumatore, con un monitoraggio costante e in tempo reale delle evoluzioni nei comportamenti d’acquisto e nelle risposte alle iniziative presentate;
  • la predisposizione di strumenti adeguati che permettono di sfruttare ed assecondare il fenomeno ed i processi d’acquisto;
  • decisioni organizzative e di investimento che garantiscono un forte impatto sul settore e sulla concorrenza;
  • l’impiego di indicatori di prestazione e sistemi di monitoraggio adeguati al nuovo contesto.
strategia-omnichannel

 

Quali sono i vantaggi dell’omnicanalità?

I principali vantaggi che vengono offerti dall’omnicanalità alle aziende del retail sono:

  • una definizione più precisa del profilo demografico, psicografico e comportamentale del cliente tipo, che porta ad un miglioramento della targetizzazione del pubblico ed alla possibilità di studiare e mettere in campo azioni di marketing specifiche, create sulle reali esigenze degli utenti.
  • l’abbattimento delle barriere temporali e geografiche, per permettere all’utente di acquistare ovunque si trova e in qualsiasi momento. Questo aspetto da all’impresa la possibilità di valorizzare i propri punti di forza e distinguersi dalla concorrenza con lo sviluppo di attività integrate per il raggiungimento di un unico obiettivo. In più, l’uso di differenti canali fa in modo che questi si trascinino l’un l’altro, in modo che un eventuale calo venga sorretto da tutta la struttura.
  • la creazione di relazioni più profonde con i clienti, che oggi ricercano aziende capaci di comportarsi come persone reali, che sanno consigliarli e seguirli durante tutto il processo d’acquisto, che comunichino con loro nel tempo, che gli facciano conoscere le novità del mercato ed abbiano un ruolo concreto nelle loro vite, aumentandone così il livello di fidelizzazione.
customer-journey

 

Come creare un’azienda omnicanale?

Per creare un’azienda omnicanale, il primo passo è mettere in atto una strategia di vendita che integra i servizi online con quelli del negozio fisico e viceversa.

Pertanto, sempre secondo il Politecnico di Milano, il 15% dei retailer utilizza cartellini di prezzo interattivi e scaffalature intelligenti, il 13% fa ricorso a vetrine “smart” per catturare l’attenzione dei visitatori e stimolare all’acquisto, il 18% ha implementato in negozio un’infrastruttura Wi-Fi, il 12% ha installato sistemi per il monitoraggio della clientela mentre un altro 15% ha sviluppato soluzioni di automatizzazione delle vendite.

Oltre a questo, è necessario sviluppare una presenza online adeguata alle esigenze degli utenti, che si aspettano sempre molto dalle aziende presenti in rete, sia in termini di user experience che di servizi offerti.

Per questo, assumono un ruolo strategico 

  • la creazione di un sito web altamente usabile, che permette di creare modelli personalizzati di prodotti, realizzati seguendo le migliori tecnologie esistenti;
  • la presenza costante e rilevante in community e social media, per connettersi agli utenti, ascoltarli, interagire e condividere con loro contenuti di qualità, capaci di emozionare, informare ed istruire.

Infine, è necessario dotarsi di strumenti per collegarsi in maniera efficace con gli utenti, profilare e monitorare i loro comportamenti d’acquisto, in modo da intercettare rapidamente le opportunità offerte e rispondere con precisione alle loro aspettative.

strategia-omnicanale

 

Sfruttare al massimo l’omnicanalità: l’importanza della semplificazione aziendale

L’omnicanalità è uno dei temi più importanti sui quali si muovono le aziende del retail.

L’integrazione tra canali online e offline è la strada per crescere ed innovare crearendo un ecosistema di brand ed una retail experience capace di rispondere in modo adeguato alle aspettative del consumatore moderno, aumentare il suo livello di conoscenza e di fidelizzazione nel brand e, di conseguenza, spingerlo ad acquistare sempre di più.

Tuttavia, vista la mole di strumenti a disposizione, a monte è necessario attuare un processo di semplificazione aziendale, che permetta agli imprenditori di gestire i vari touch point in maniera univoca, veloce ed automatizzata.

Tale processo può avvenire solo affidandosi a soluzioni che uniscano versante fisico ed online dell’azienda, lo sanno bene gli oltre 3900 imprenditori del fashion retail che attraverso l’utilizzo della piattaforma MagicStore hanno tutto sotto controllo ed ottimizzano al meglio le risorse di disponibili (tempo e denaro su tutte) attraverso un coordinamento chiaro ed univoco dei diversi canali, per sfruttarli al massimo delle loro potenzialità.

Con l’attivazione e la combinazione di modelli di omnicanalità evoluta, i retailer italiani hanno accelerato il processo di integrazione della rete logistica gestendo l’inventario in maniera centralizzata (50%), adottando un sistema integrato per la gestione congiunta degli ordini provenienti dai diversi canali (60%) oppure utilizzando tutte le strutture a disposizione (centri di distribuzione, magazzini, negozi, ecc.) per evadere le richieste di acquisto (53%).

Post tagged: Tendenze

0 comment

New call-to-action

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER