Tendenze

Infografica: 10 tendenze e-commerce nel 2021

By Danieau Manon on 25 marzo 2021/ Tempo di lettura : 3 minutes

L’anno scorso, molte aziende hanno dovuto digitalizzare la propria attività per adattarsi alle restrizioni sanitarie. In soli cinque mesi, tra gennaio e maggio 2020, l’Italia ha contato quasi due milioni di acquirenti online in più, rispetto ai 700mila dello stesso periodo nel 2019 (Netcomm). 

Contemporaneamente, molti negozi online hanno visto il giorno per soddisfare le nuove esigenze dei consumatori. Pertanto, la concorrenza nel campo del commercio elettronico si è notevolmente intensificata.

Alcune nuove tendenze stanno quindi emergendo in questo inizio d’anno. Ecco gli elementi chiave da tenere sott’occhio per garantire il successo del tuo negozio online:

  • La fidelizzazione dei clienti: la chiusura dei negozi fisici ha lasciato il posto alla vendita online. Quest’anno, i commercianti dovranno ottimizzare l’esperienza di acquisto per fidelizzare i propri clienti a lungo termine. 
  • L’esplosione del click & collect: in Italia, durante il primo lockdown, questo canale di vendita ha registrato una crescita del 349%. Adattarsi alle esigenze dei consumatori è fondamentale, soprattutto in tempi di crisi. La consegna è quindi un elemento chiave della customer experience.
  • La fine del cash: la crisi sanitaria che stiamo attraversando ha fortemente accelerato l’adozione di metodi di pagamento elettronici. Per ridurre l’uso dei contanti, lo Stato ha istituito il piano Italia Cashless. Quasi l’80% degli italiani prevede di utilizzare più spesso la carta di credito per pagare i propri acquisti. 
  • Il successo dei marketplace locali: in questi ultimi anni, i commerci locali si sono riuniti in mercati virtuali per continuare a vendere. Vista la passione degli italiani per i prodotti locali, i commerci locali continueranno a crescere nel 2021.
  • L’ascesa del re-commerce: la vendita online di prodotti di seconda mano attira un numero sempre crescente di acquirenti desiderosi di spendere meno e consumare meglio. Si stima che entro il 2028, il mercato globale dell’usato sarà due volte più importante rispetto al fast fashion. È nato un nuovo modo di fare i propri acquisti online. 
  • L’omnicanale diventa la norma: per raggiungere i clienti, i commercianti devono essere in grado di moltiplicare e connettere tra loro i propri canali di vendita. Oltre ad essere una tendenza e-commerce importante, l’omnicanale è un prerequisito indispensabile per implementare il click & collect e il commercio conversazionale. Quest’ultimo consiste infatti nel comunicare con i clienti (via SMS, e-mail…) per realizzare una vendita. 
  • Pagamento a rate, un nuovo standard: in un contesto economico stravolto dalla crisi, gli italiani hanno bisogno di poter scaglionare le proprie spese. Per rispondere alle esigenze dei clienti e continuare ad aumentare il proprio tasso di conversione, i commercianti dovranno essere in grado di proporre il pagamento a rate.
  • Storytelling, la forza delle piccole imprese: la storia, il know-how e i valori del brand rassicurano i consumatori. Quest’anno, i commercianti dovrebbero integrare lo storytelling nella propria strategia di marketing per catturare l’attenzione dei clienti, soprattutto sui social media. 
  • L’iperconnessione dei consumatori: sin dall’inizio della crisi sanitaria, i prodotti di prima necessità rappresentano una buona parte degli acquisti online. Nel settore alimentare, lo shopping online è aumentato del 55% rispetto al 2019. Un vero e proprio vantaggio commerciale assolutamente da non perdere!
  • Microinterazioni: si tratta di brevi momenti grazie ai quali l’interfaccia reagisce alle azioni dell’utente (scorrere o cambiare pagina, click su un pulsante, ecc.). Queste microinterazioni provocano delle emozioni, migliorando l’esperienza di acquisto del consumatore.

➡️ Per scaricare l’infografica in un formato più grande, clicca qui.

➡️ Se lo desideri, puoi consultare la nostra infografica sulle tendenze e-commerce 2020.

Infografica

Post tagged: Tendenze

1 comment

New call-to-action

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER